5
11 aprile 2011

Davide D’Elia

Davide D’Elia produce lavori che indagano la moderna terminologia estetica presentandola attraverso la rappresentazione dell’oggetto dell’oggettività.

Lavorando con il residuo di ciò che rimane e l’estetica di questa trasformazione, ci forza a considerare le possibilità del tempo che passa o che sta passando. Egli coltiva: l’evaporazione creata dal gocciolio di un lavandino, l’umidità sulla tela o le tracce lasciate sulla carta da parati dalla rimozione di antiche cornici. L’artista lascia che queste cause diventino spontaneamente conseguenze, e al naturale passaggio del tempo coadiuva la trasformazione di queste in oggetto artistico. Se il laboratorio rappresenta per l’artista un’illimitata fonte per sperimentare metodi di creazione, la curiosità scientifica è solo il punto di partenza per il suo desiderio di identificarsi con altre forme di vita.

Ad aprile dell’anno scorso Davide ha realizzato un interessante site specific presso la galleria d’arte Ex Elettrofonica di Roma.

Lascia una risposta

About Cirox

Looking is stealing (cit.)

Art Director, grafico/web designer.

Docente di web design presso l’Accademia di Belle Arti di Catania.

Altrove: Twitter | Flickr | LinkedIn

Latest Posts By Cirox

Category

Arte

Tags

,